Caricamento

Palazzo Mazzarino
Via Maqueda, 383 - Palermo

Affitto Appartamenti Arredati, Affitto Appartamenti Non Arredati, Location per Eventi

palazzo mazzarino

Conserva decori interni ed esterni e si presenta come uno degli edifici più grandi della via Maqueda con giardini pensili e terrazzamenti di tutto rispetto.

tracce di storia

Nel cuore di Palermo, su una delle strade principali della città e in posizione baricentrica tra il Teatro Massimo ed i Quattro Canti di città (piazza Vigliena o Teatro del Sole), sorge su di una preesistenza cinquecentesca Palazzo Mazzarino, già palazzo Branciforte di Scordia, sulla via Maqueda, storica strada di Palermo aperta tra il 1603 ed il 1606.
Il primo proprietario del palazzo fu il Tesoriere del Regno don Pietro Di Gregorio ma già all'inizio del XVII secolo (1615) l'edificio passò alla famiglia Branciforte duchi di San Giovanni e poi nel 1788 ai Branciforte principi di Scordia. Nel 1873, un'unione matrimoniale lo inglobò nel patrimonio dei Lanza principi di Trabia e successivamente divenne proprietà del ramo cadetto di casa Lanza, i conti di Mazzarino.
E' sotto questo nome che il palazzo, oggi di proprietà dei marchesi Berlingieri, è ancora oggi conosciuto.

Originariamente, l'ingresso al palazzo avveniva da un antico portale su via Trabia ma, in seguito all'apertura della via Maqueda, i Branciforte realizzano un secondo ingresso sulla nuova via che divenne presto uno degli assi principali della città. Superato l'androne si arriva in un'ampia corte porticata dove un tempo si trovava una fontana alimentata da una falda acquifera sottostante. I locali al piano terra sono adibiti ad attività commerciali come la scuderia, detta la cavallerizza, che presenta nella parte centrale una doppia serie di possenti colonne in pietra di Billiemi alle quali venivano legati i cavalli. Accessibili sempre dal porticato interno sono le cucine storiche del palazzo, realizzate in ferro e ghisa e collegate al piano nobile da un passavivande che creava un collegamento diretto con i saloni da pranzo. Oggi, non più in funzione, sono di nuovo visitabili dopo un meticoloso restauro delle antiche macchine da cucina.

Al piano nobile, si accede dalla galleria di ingresso attraverso due scaloni ricordati anche da Giuseppe Tomasi di Lampedusa ne Il Gattopardo come di proporzioni nobilissime. Le grandi sale decorate ad affreschi e denominate a seconda della loro destinazione o del colore predominante (sala degli arazzi, sala dei vasi o sala rossa, sala verde, sala bianca, ecc.) si aprono in successione una dopo l'altra senza ambienti di disimpegno sfruttando l'affaccio sul giardino pensile realizzato nel XVII secolo, sopraelevato rispetto al piano stradale e dominato da un maestoso Ficus microcarpa.

La famosa sala della Minerva, le cui dimensioni indussero il cardinale Branciforte Colonna a sceglierla come sala per le udienze, prende il nome dalla dea della saggezza e rappresenta una celebrazione del potere reale nonché della famiglia Branciforte. La sala magnifica e maestosa è coronata da un soffitto, voltato a botte con lunette ed affrescato, ed è dominata dalla maestosa statua di Minerva, realizzata da Valerio Villareale in gesso di recupero dal catafalco di Ferdinando IV.

Due splendidi altorilievi in gesso, sempre del Villareale, si trovano nel loggiato in ferro e vetro che si affaccia sul cortile e rappresentano La cacciata della peste da parte di Santa Rosalia e La processione di Santa Rosalia. La santa è la patrona della città ed i palermitani le sono particolarmente devoti culminando la loro devozione col famoso festino che si tiene ogni 14 luglio, tipica festa storica popolare, tra il sacro ed il profano, si chiude con spettacolari giochi pirotecnici sul porto storico della città.

Interessante è la presenza di una piccola cappella privata a pianta quadrangolare dalla quale la famiglia poteva assistere alla messa celebrata nella contigua chiesa della Madonna del Soccorso senza doversi mescolare alla gente comune. Altri ambienti notevoli erano la quadreria, nella quale lavorò come direttore dei lavori il famoso architetto palermitano Andrea Gigante, ed il salone delle Feste, oggi adibito ad eventi e manifestazioni. Questa grande sala, commissionato nel 1741 all'architetto Nicolò Troisi dall'allora principe di Scordia don Ercole Branciforti presenta una volta affrescata da Gaspare Serenario tra il 1743 e il 1745 con le Nozze dei re dei Numi che, a causa di pesanti interventi avvenuti nel passato, era stata celata da un controsoffitto. Oggi grazie ad un restauro attento e meticoloso gli attuali proprietari del palazzo, i marchesi Berlingieri, hanno restituito la volta alla vista degli ospiti ed al suo originario splendore.

Al secondo piano del palazzo vi erano le camere da letto dei cadetti ed oggi è completamente ristrutturato e ridisegnato negli spazi offrendo eleganti appartamenti che vengono attualmente affittati sia a breve che a lungo termine.

Altro elemento di pregio è il giardino d'inverno al terzo piano del palazzo dal quale attraverso l'attigua terrazza è possibile scorgere parte della copertura dello stesso e affacciarsi sui tetti della città. Questo spazio chiuso e aperto contemporaneamente è stato realizzato con una struttura in ferro e vetro ed oggi fa da invito ad un grande ambiente coperto da capriate lignee ed adibito ad ambiente polifunzionale per mostre, convegni, ecc..

struttura del palazzo

Nel cuore di Palermo, su una delle vie principali della città e in posizione baricentrica tra il Teatro Massimo ed i Quattro Canti di città (piazza Vigliena o Teatro del Sole), sorge, su una preesistenza cinquecentesca, Palazzo Mazzarino, già palazzo Branciforte di Scordia, sulla via Maqueda, storica strada di Palermo aperta tra il 1603 ed il 1606.
Oggi, dopo un attento restauro dell'intero immobile voluto dagli attuali proprietari i marchesi Berlingieri, è tornato al suo splendore.
Al piano secondo vi sono appartamenti di varia quadratura da affittare, alcuni dei quali arredati, anche per brevi periodi; sono appartamenti eleganti, ben distribuiti e alcuni dotati di tutti i confort per un soggiorno suggestivo. Inoltre, l'esistenza di quello che anticamente era "il salone delle feste" e di un grande salone coperto da capriate danno la possibilità di sfruttare gli spazi per ricevimenti, mostre e congressi, ed il cortile con il suo loggiato bene si presta ad ospitare eleganti eventi estivi nel cuore dello splendido centro storico palermitano.

appartamenti arredati

Appartamento A - 56 m²
2 camere, 2 posti letto, 1 bagno

L’appartamento sito al secondo piano è raggiungibile da un ampio scalone e dall’ascensore. E’ strutturato su due livelli, moderno e molto luminoso. Comoda e gradevole è la zona giorno con un divano, con un posto letto, TV LCD, tavolo da pranzo con piano in vetro e sedie di ecopelle. La cucina è ben attrezzata, completa di tutti gli elettrodomestici. Il bagno con doccia e lavabiancheria. Il soppalco ospita la zona notte con letto alla francese e un armadio. Completamente arredato e corredato del necessario per un piacevole soggiorno.

Appartamento F - 100m²
2 camere, 4 posti letto, 2 bagni

L'appartamento è sito al secondo piano ed è accessibile da un ampio scalone e dall'ascensore, si affaccia sul cortile interno del palazzo ed è molto silenzioso. L'incontro tra bellezza e confort si respira fin dall'ingresso nell'ampio soggiorno con soffitti a volte e pavimenti con parquet. Arredato con mobili di antiquariato, è corredato del necessario per un piacevole soggiorno. E' composto da salotto-pranzo centrale rispetto le camere da letto disimpegnate ed ognuna ha il proprio bagno. La cucina è moderna e confortevole.

Appartamento G - 60 m²
1 camera, 4 posti letto, 1 bagno

L'appartamento è sito al secondo piano ed è accessibile da un ampio scalone e dall'ascensore. La classicità domina questo appartamento silenzioso, reso intimo ed accogliente dai soffitti con travi a vista e dal pavimento in parquet. Nel soggiorno l'atmosfera è raccolta. L'ambiente è arredato con un comodo divano letto ed un cassettone con televisore, creando un tranquillo angolo dove rilassarsi. Un piccolo tavolo ed un trumeau compongono la zona pranzo. La cucina è funzionale e moderna, attrezzata del necessario. La camera con due letti è accogliente e finemente arredata.

più informazioni

Accessori

Lavanderia; Disimpegno.

Dotazioni

Riscaldamento Autonomo; Ascensore; Climatizzatore; Predisposizione Internet.

DESIDERI INFORMAZIONI?

Compila il form con i tuoi dati. Un consulente ti contatterà immediatamente.

Contattaci

appartamenti non arredati

Appartamento B - 170 m²
27 m² salone, 7 m² cucina, 26 m² pranzo

L'appartamento, che affaccia su via Maqueda, è stato appena ristrutturato, è molto luminoso ed elegante nelle rifiniture. Ha soffitti con volte e si sviluppa su due elevazioni collegati con scala rivestita di legno. E' composto da salone con attigua sala da pranzo, corridoio, cucina, camera da letto e due bagni, al piano inferiore vi è un'altra camera da letto con il soffitto con travi di legno a vista.

Appartamento C - 135 m²
30 m² salone, 25 m² cucina, 26 m² pranzo

L'appartamento, con affaccio su Via Maqueda, appena ristrutturato è molto luminoso e confortevole. E' composto da soggiorno-pranzo, cucina abitabile, due camere e due bagni ha due ingressi ; i soffitti con volte ed i pavimenti in parquet.

Appartamento H - 180 m²
46 m² salone, 14 m² cucina, 46 m² pranzo

Appartamento appena ristrutturato, molto luminoso, con soffitti alti a volta composto da: ingresso al salone con due ambienti attigui, scala curva, con pochi gradini, che invita al piano superiore con bagno e camera da letto ed un piccolo terrazzo con vista lato Via Maqueda e sui tetti dello stesso palazzo; dal salone stesso si scendono invece quattro gradini per la cucina con zona soggiorno-pranzo e bagno. Elegante nelle rifiniture, parquet nei pavimenti oltre cotto e pavimenti di recupero che armonizzano con l'intero ambiente.

Appartamento I - 170 m²
56 m² salone, 14 m² cucina, 26 m² pranzo

Appartamento appena ristrutturato, molto luminoso, con affaccio sulla corte interna dello stesso palazzo e su Via Trabia; con ampia zona di rappresentanza. Elegante e ben rifinito anche nei particolari con soffitti a volta e dipinti, parquet nei pavimenti.

eventi

Serata Culturale - Lions Club Palermo
21 maggio 2011

Sabato 21 maggio alle 21.00, nell'atrio di Palazzo Mazzarino, il Lions Club Palermo dei Vespri, ospite dei marchesi Annibale e Marida Berlingieri di Valle Perrotta, ha realizzato in collaborazione con l'Associazione VOLO, una interessante serata culturale. Gabriella Maggio ha intervistato lo scrittore Pietro Pallini, autore di un brillante libro sui segreti del volo "Allacciate le cinture" Einaudi ET. Il gruppo da camera "Gliarchiensemble" composto da undici strumentisti, ha eseguito in maniera magistrale musiche di Vivaldi, Haydn, Mendelssohn e Dvorak.

Concerto Estivo - Lions Club Palermo
14 giugno 2014

Sabato 14 giugno alle 21.30, nel cortile di Palazzo Mazzarino, il Lions Club Palermo dei Vespri, ospite dei marchesi Annibale e Marida Berlingieri di Valle Perrotta, realizza un concerto estivo, in occasione del rinnovo delle campagne contro il morbillo e la rosolia.

seguici su facebook

photo gallery

dove siamo

desideri informazioni?

Compila il form sottostante con i tuoi dati. Un consulente ti contatterà immediatamente.

Il messaggio è stato inviato correttamente. Grazie!

Il messaggio non è stato inviato a causa di un errore. Riprova.

A Palermo, in Via Maqueda n. 383 a pochi passi dal Teatro Massimo